La piattaforma di voto

Non si tratta di una piattaforma creata ad hoc, ma di una piattaforma indipendente che ha già svolto votazioni elettroniche verificate dalle autorità pubbliche.
La piattaforma Si chiama Eligo. È di proprietà della società ID Technology.
Ha 14 anni di esperienza, ha gestito fino ad oggi 520 elezioni on line, per un volume complessivo di 1,7 milioni di votanti.
È una società verificata dal Garante della Privacy, dal Tribunale di Roma e dal CIRSFID. Il sistema ELIGO ha piena valenza legale e assicura un voto online anonimo, legittimo e sicuro.
Il Garante della Privacy nel 2011 ha scritto: “l’eventuale relazione tra elettori e preferenze di voto espresse non è registrata in alcuna tabella, ne è ricostruibile partendo dalle informazioni archiviate nei database. Le misure descritte da ID Technology si valutano adeguate per impedire l’identificazione diretta e indiretta dei votanti e dei voti espressi, con la conseguenza che possono considerarsi insussistenti i paventati rischi di identificazione del votante”.
Il Tribunale di Roma nel 2014 ha sentenziato: “Risultano approntate una serie di cautele tecnologiche idonee ad impedire un uso scorretto o improprio del voto e ad offrire le maggiori garanzie di riservatezza, segretezza e libertà di espressione del voto”.
IL Cirfid (Centro Interdipartimentale di Ricerca in Storia del Diritto, Filosofia e Sociologia del Diritto e Informatica dell’Università di Bologna) ha confermato nel 2015 in un report sulla valenza legale di ELIGO, effettuando un’analisi sulla legalità giuridica del flusso di voto e in generale nei sistemi di evoting.